lunedì 23 novembre 2015

Candele dell'Avvento DIY


L'anno scorso, primo Natale da sposini, nella nuova casina, avevo deciso 
di iniziare una nuova tradizione: quella delle candele dell'avvento. 
Ikea mi era venuta incontro, con queste set di 4 Candele, che avevo disposto su un piatto sempre Ikea, apposito e arricchito con delle palline di natale di vario genere, ma in accordo con i colori del nostro albero (bianco e oro). 
E' stato questo un delizioso centrotavola che ci ha accompagnato dalla prima domenica di avvento all'epifania 2015. 


Quest'anno il natale ci trova incastrati in un trasloco Olanda-Germania e Italia-Germania, davvero imponente, e non avremo modo di allestire albero e compagnia, ma non volevo rinunciare alle candele dell'avvento! 
Le candele in casa nostra non mancano e non mancheranno mai, quindi non ci avrebbe di certo appesantito il fardello riproporre questo centrotavola, anche in terra d'orange,  ma Ikea , (credo di non esagerare nel dirlo) dopo un decennio buono, ha deciso di non produrre più queste candele.
In giro non abbiamo trovato nulla che ci soddisfacesse completamente: marito, che mi asseconda sempre quando mi vede così disperata per motivi di così vitale importanza,:) , mi ha proposto di fare qualcosa con le nostre manine.

Io non amo moltissimo i DIY, trovo che quasi sempre richiedano un maggiore sforzo ed un impegno economico superiore al comprare le stesse cose già belle e fatte, ma avevo davvero voglia di avere in casa qualcosa che portasse con se l'atmosfera natalizia, e, sinceramente, sono sempre entusiasta di fare qualcosa insieme a lui.
 Ci siamo guardati un po' intorno, i più grandi spunti sono arrivati principalmente dalla vetrina di un bellissimo negozio di Darmstadt,  http://www.butlers.de/, (dateci un'occhiata, molto molto carino!), e nel nostro fornitore preferito di oggettistica e bricolage qui a Noordwijk  (http://www.action.nl/) abbiamo trovato tutto ciò che avevamo in mente di prendere:


un vassoio di legno, delle candele (che pensavamo fossero completamente di cera, ma non lo sono), delle bottigliette, delle decorazioni di legno per l'albero, dei nastri a merletto, della colla attaccatutto, dei rami decorativi natalizi, dei numeri di legno. Abbiamo usato anche  un pastello nero,dei fogli di giornale, una Jar di una yankee candle terminata, dello spago e degli stuzzicadenti.

Monsieur in Gloves si è dedicato alla parte più delicata (e a rischio scottature!), facendo a pezzi la candela (1-2)  (scoprendo che fosse per metà di Paraffina, aaargh...voi, se potete, usate una Yankee Candle grande, non andrà persa, perchè non c'è spreco di prodotto, la sporzionerete semplicemente in 4 parti) , e mettendo il tutto a sciogliere a bagno maria.(3) Monsieur ha deciso anche di aggiungere delle essenze per uso alimentare al limone, ispirandosi alla sua Yankee candle preferita  (se si sentirà o meno il profumo una volta accese ve lo dirò la settimana prossima!)
Per fare lo stoppino ha tagliato a misura di bottiglietta dello spago ,(4)  lo ha annodato ad un cerchietto di latta di vecchie tealights (cosa non necessaria, dopo abbiamo capito che basta un semplice nodo)(4-7-10), lo ha immerso nella cera sciolta e ha aspettato che solidificasse qualche secondo, come in foto 6, in modo che il filo fosse abbastanza lineare e rigido per posizionarlo facilmente al centro della bottiglietta.(7)



Ha legato l'estremità superiore al centro di uno stuzzicadenti, l'ha posizionato nella bottiglietta, come vedete in foto 7 e ha colato la cera liquida.(8-9-11). Per le nostre bottigliette è stato necessario ripetere questa operazione 3 volte, perché  richiedevano circa 200 ml di cera l'una.

Monsieur non era nuovo ad operazioni del genere: qualche settimana fa, la nostra yankee candle del periodo (in casa nostra ne entra una alla volta, rigorosamente scelta insieme, magari vi scriverò un post sulle nostre preferite!) era per così dire terminata, nel senso che  non era più possibile accenderla, perché era terminato lo stoppino, ma in realtà di cera ne era rimasta davvero molta;  lui, quindi,  ha seguito tutto il procedimento che vi ho descritto sopra, trasferendo il tutto in un bicchierino più piccolo, che sta anche durando moltissimo! Genio!


Ma torniamo a noi. Io mi sono dedicata alla parte più artistica, colorando con un pastello nero i numerini di legno (il risultato non è omogeneo, ma ha quel tocco shabby che ci piace molto)(12), con la colla li ho attaccati alle stelline (attaccandomi anche le dita of course...in tal caso basta dell'acetone per togliere il tutto!)(13) e ho messo dello spago con un cappietto nel foro apposito (14). I tapes di merletto li ho usati per decorare il collo e la base delle bottigliette, alle quali ho poi annodato le stelline numerate.(15-16-17)



Ho concluso tagliando in vari pezzi i rami decorativi ed incastrandoli a mio gusto sul vassoio,  tra le candele: qui, se voi vorrete, potrete ricorrere alla colla al caldo, ma io non ne sono amica, e il risultato, così com'è, è piuttosto stabile. 





Io amo alla follia il risultato, noi lo amiamo! Non credevamo ai nostri occhi, una volta finito.
E' stato, inoltre, un bellissimo e dolcissimo passatempo per la prima domenica pomeriggio davvero fredda di questo autunno, che mi sento di consigliarvi di organizzare con i vostri cari e i vostri bimbi. 

Vi do appuntamento sulla mia pagina facebook e sulla mia bacheca Instagram per foto migliori e delle candele accese, già dalla settimana prossima....ci siamo manca poco più di un mese a Natale!!!

LOVELY
MADAME IN GLOVES